Lilli Luini entra a far parte della scuderia Il Vento Antico

Penna di esperienza, lettrice accanita e donna poliedrica, non ha saputo resistere alle lusinghe di una letteratura libera.

Prestissimo, per Le Edizioni Il Vento Antico

Lilli Luini


1234152_10202062309867292_669944125_n
Nata a Varese nel secolo scorso.
Laureata alla Statale di Milano, con una tesi in sociologia sulla Scuola di Palo Alto, sognava di fare la ricercatrice. Ha trovato lavoro in campo finanziario e si è rassegnata. Non ha mai smesso però di coltivare le sue passioni. Da quando è adulta, dovunque vada, porta con sé due cose: un libro, perché potrebbe trovare il tempo per leggere, e la reflex, perché potrebbe imbattersi in qualcosa da fotografare.
Arrivata per caso alla scrittura, nel 2003 ha dato vita a un sodalizio letterario con lo scrittore e medico ligure Maurizio Lanteri. Insieme hanno scritto Non tornare a Mameson (2007) e La forgia del diavolo (2009), entrambi per i tipi di Fratelli Frilli. Nel 2010 per Todaro esce Bruja, secondo classificato al Nebbiagialla 2011. È del 2013 La cappella dei penitenti grigi (Nord).
Sposata, madre di due figli ormai grandi, oggi vive con il marito e una gatta sul Lago Maggiore. E se scrive un libro ogni due/tre anni, continua a leggerne due/tre alla settimana.
È convinta che sia la proporzione giusta.

Lascia un commento